Caffè del Nicaragua

Il Nicaragua è lo stato più grande e meno popolato dell’America Centrale. Una delle principali risorse agricole del paese è il caffè, che trova un ottimo ambiente nei terreni fertili vulcanici del versante del Pacifico tra 600 e 1000 m di altitudine.

E’ in questa regione montuosa, nella parte settentrionale del paese, che sin dalla fine dell’Ottocento si coltiva un’Arabica molto apprezzata nel mondo.

Il Nicaragua è infatti il dodicesimo paese del continente americano per quanto riguarda la produzione di caffè, che incide per circa il 30% sul totale delle esportazioni di generi alimentari.

Questo dato tuttavia è molto altalenante, in quanto nel paese vi è una notevole instabilità politica che non permette una regolare produzione di caffè: il Nicaragua può produrre sino a 900.000 sacchi di caffè l'anno, ma negli ultimi tempi la produzione si è limitata a circa 600.000 sacchi l'anno.

Si tratta insomma di un territorio con una grande vocazione caffeinicola e un grande potenziale, ma con una serie di problemi strutturali che ne hanno sino a oggi limitato lo sviluppo.